EDUCAZIONE ALLA SALUTE 2004/2005
descrittore testo

OBIETTIVO

promuovere e curare la realizzazione di attività di educazione alla salute per gli studenti e per le famiglie.

FINALITA'

permettere un avvicinamento alle problematiche adolescenziali e un utilizzo competente delle risorse sui temi dello " star bene a scuola".

DESTINATARI

studenti dell'Istituto, famiglie e insegnanti.

GESTIONE

il progetto è coordinato da un insegnante con compiti di gestione organizzativa e di consulenza per orientare l'uso delle risorse pertinenti :il referente per l'educazione alla salute.

INTERVENTI INDIRIZZATI AGLI STUDENTI

  • INCONTRI CON ESPERTI PER UNA CORRETTA INFORMAZIONE SESSUALE

  • EDUCAZIONE ALLA RELAZIONE E ALLA AFFETTIVITA'

  • SPORTELLO DI ASCOLTO PSICOLOGICO

  • SPORTELLO DI ASCOLTO

  • LOTTA AL FUMO

INTERVENTI INDIRIZZATI ALLE FAMIGLIE

  • SPORTELLO DI ASCOLTO PSICOLOGICO

  • SPORTELLO DI ASCOLTO

INTERVENTI INDIRIZZATI AI DOCENTI

  • SPORTELLO DI ASCOLTO PSICOLOGICO

  • SPORTELLO DI ASCOLTO

 

PER UNA CORRETTA EDUCAZIONE SESSUALE
incontri con gli operatori del Consultorio Famigliare
DESTINATARI studenti delle classi seconde
FINALITA'

facilitare la conoscenza del proprio corpo e la riflessione sull'uso dei servizi sanitari.

OBIETTIVI

informare sull'attività del consultorio, sulle malattie trasmissibili, sui principali metodi contraccettivi.

STRUMENTI

L'intervento si svolge presso i locali dell'ASL 4 Torino, sportello adolescenti Via Maddalene 35, durante l'orario curricolare.Sono a disposizione degli studenti le competenze di assistenti sanitarie, ostetriche, infermiere professionali e ginecologi. articolazione: dopo un incontro con il referente alla salute, in cui vengono concordate le modalità di attuazione e le reciproche incombenze, previa comunicazione scritta alla famiglia, è previsto un incontro di due ore, in cui si verifica e si integra il livello di conoscenza raggiunto su anatomia e fisiologia degli apparati riproduttivi umani e sono illustrati i principali aspetti delle malattie sessualmente trasmissibili, i principali metodi contraccettivi, i servizi offerti.

VERIFICA

E' prevista una verifica del raggiungimento degli obiettivi mediante un monitoraggio tramite lettera alle famiglie: la valutazione delle risposte del questionario fornisce i dati per un bilancio dell'attività.

inizio pagina

 

EDUCAZIONE ALLA RELAZIONE E ALL'AFFETTIVITA'
descrittore testo
DESTINATARI

studenti delle classi seconde, dopo la partecipazione al progetto "per una corretta informazione sessuale".

FINALITA'

legittimare il parlare di affettività e sessualità a scuola.

OBIETTIVI

consentire agli studenti un approccio alla complessità e molteplicità della sfera degli affetti, ai rapporti familiari,del contesto degli amici, al condizionamento dei mass media.

STRUMENTI E GESTIONE

l'intervento è gestito, durante l'orario curricolare o le ore di approfondimento da insegnanti volontarie che, durante il precedente anno scolastico hanno seguito un un apposito corso di aggiornamento.Sono previste una o due ore di lezione per classe. Se lo si ritiene utile è possibile la compresenza della psicologa della scuola o dell'insegnante di religione.

inizio pagina

 

SPORTELLO DI ASCOLTO PSICOLOGICO
descrittore testo
DESTINATARI

Studenti e famiglie che desiderano un ascolto psicologico su temi o problematiche personali. Anche i docenti possono utilizzare questo servizio.

FINALITA'

Offrire allo studente e alla sua famiglia uno spazio di accoglienza e ascolto da parte della psicologa consulente della scuola.

OBIETTIVO

Costruire una opportunità permanente di consulenza (sportello) dove sia possibile dialogare con uno psicologo esperto di gestione dei processi educativi in relazione alle dinamiche della crescita.

STRUMENTI E GESTIONE

Lo sportello di ascolto psicologico è gestito dalla psicologa consulente della scuola. Sono previste quattro ore settimanali di sportello, due in sede e due in succursale, per tutta la durata dell'anno scolastico, durante le ore curricolari.

VERIFICA

E' previsto un incontro finale tra la psicologa e il corpo docente, durante l'ultimo Collegio docenti, per la "restituzione" ai docenti quanto è emerso durante l'attività svolta.

inizio pagina

 

SPORTELLO DI ASCOLTO
insegnanti impegnati in attività di promozione del benessere offrono uno spazio per dialogare
descrittore testo
DESTINATARI

Studenti e famiglie che desiderano ascolto o orientamento su problemi o temi personali.

FINALITA'

Offrire uno spazio di accoglienza e di ascolto non connotato come servizio psicologico.

OBIETTIVO

Ccostruire una opportunità permanente (sportello) di consulenza per le famiglie e uno spazio dove gli studenti possano dialogare, con la dovuta attenzione, su qualunque argomento vogliano affrontare.

STRUMENTI E GESTIONE

Lo sportello intende fornire al singolo studente o alla sua famiglia che chiede un colloquio ascolto, sostegno, consulenza come orientamento personale sul tipo di uscita possibile dalle situazioni problematiche. Lo sportello è gestito da una insegnante responsabile dell'orientamento scolastico, da una insegnante di sostegno che si occupa degli studenti portatori di handicap, da una insegnante che ricopre l'incarico di figura obiettivo con l'incarico di organizzare le attività degli studenti, dal referente per l'educazione alla salute della scuola. Sono previste da una a due ore di sportello per ogni insegnante.

VERIFICA

E' previsto un incontro finale tra gli operatori dello sportello e tutto il corpo insegnante, durante l'ultimo Collegio docenti.

inizio pagina

 

LOTTA AL FUMO
descrittore testo
DESTINATARI

Tutti gli studenti

FINALITA'

Corretta informazione sui danni del fumo attivo e passivo.

OBIETTIVO

Aumentare l'informazione e facilitare la conoscenza dei rischi da abuso. Fornire una corretta informazione, per modificare e incidere su comportamenti a rischio della propria e altrui salute. Sono previsti due o tre incontri monotematici della durata di un'ora. Si affronta il problema del'uso del tabacco e i problemi correlati.

STRUMENTI E GESTIONE

L'intervento è gestito da insegnanti volontari, durante le ore di approfondimento.

VERIFICA

E' prevista la somministrazione di un questionario.

Prof.ssa Silvana Arese (Referente per l'Educazione alla salute)

Valid HTML 4.0!

Pagina principale Inizio pagina info@istitutobeccari.it

NOframes: La nostra organizzazione
navigazione noframes